logo

facebook
gplus
youtube
© 2010 "Associazione di Promozione Sociale Pagliacci Clandestini" Tutti i diritti riservati - CF: 92069850805

facebook
gplus
youtube
04/01/2016, 14:05

Corso Clown Sociale



Corso-di-base-“Clown-Sociale”


 diretto da Santo Nicito



Premessa:

La pratica della clown terapia si è diffusa negli ultimi anni in ambito pediatrico. Il clown sociale evoluzione del clown terapeuta, figura artistica e sociale che sa emozionare e commuovere in qualsiasi spazio d’azione e che utilizza la cultura del sorriso in contesti anche molto diversi tra loro. Un personaggio nascosto dentro ognuno di noi, da non associare al clown americano che siamo stati abituati a vedere che indossa parrucche colorate e vestiti sgargianti. Ma un clown a portata della gente comune, che indossa gli stessi vestiti, che guarda con gli stessi occhi. Un personaggio che non è schiavo delle idee degli uomini, che riesce a trasformare le debolezze, i nostri limiti, le nostre contraddizioni. L’idea di un progetto, percorso rivolto a persone che vogliono avvicinarsi al poetico mondo del clown, nasce dal desiderio di fornire ai partecipanti un cammino personale, una crescita la ricerca del loro sorriso interiore per poi donarlo agli altri. 

Descrizione:

 Il corso "Clown Sociale" promosso dall’Associazione di Promozione Sociale Pagliacci Clandestini di Reggio Calabria avrà la durata di 5 fine settimana (venerdì, sabato e domenica) più 150 ore di tirocinio da svolgersi presso strutture ospedaliere, comunità, strada, ecc. E’ rivolto a un numero massimo di 20 partecipanti con esperienza teatrale, ma anche a chi vuole semplicemente approcciarsi, conoscere, a chi vuole mettersi in gioco per scoprire le potenzialità comiche, che sono in ognuno di noi e che metteranno in campo nel rapporto con gli altri, imparare a ridere e sdrammatizzare delle proprie debolezze, e far ridere gli altri delle loro. Un lavoro di interiorizzazione con l’obiettivo di conoscere prima se stessi e poi gli altri passando da giochi di fiducia a giochi di comunicazione, da momenti in cui si vivono forti emozioni ad improvvisazioni teatrali, momenti di interiorizzazione, e poi ancora tecniche di clownerie, gag, ecc. Inoltre il laboratorio mette al centro di tutto la persona in quanto tale e l’accompagna verso la pratica del vivere quotidianamente in modo da poter assaporare l’essenza della via. Durante il laboratorio si svilupperà la concentrazione, l’equilibrio, la collaborazione, la capacità di prendersi in giro, di ridere di sé, di sdrammatizzare e drammatizzare i propri limiti.

Il laboratorio verterà su una parte teorica ed una pratica sui seguenti argomenti:
• Il Clown e la sua storia;
• Il clown nei luoghi di disagio;
• Costruzione di un personaggio clown;
• Tecniche base di clownerie;
• Il trucco del clown;
• Uso dello spazio scenico;
• Strumenti di lavoro;
• Gag;
• Momenti di interiorizzazione;
• Giochi di fiducia;
• Giochi di comunicazione;
• Preparazione di uno spettacolo e di performance.




1